Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Serie C : la Reggina surclassa il Teramo Un’altra prova superlativa della capolista

Serie C : la Reggina surclassa il Teramo Un’altra prova superlativa della capolista
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

DI ANTONIO SPINA

A Teramo la Reggina conferma i numeri di una corazzata che non conosce ostacoli. Nona vittoria consecutiva, la quinta fuori casa. Un ruolino di marcia impressionante. Avversari annichiliti da una squadra che s’impone con una facilità disarmante. Sfida di grande richiamo quella andata in scena al Bonolis di Teramo tra la compagine locale e gli amaranto. Avversario di turno l’undici di Tedino, annoverata dagli addetti ai lavori ad inizio torneo squadra di vertice, ma che staziona, in realtà lontano dalla vetta. Gli abruzzesi hanno provato invano a fermare la capolista, che si dimostra ancora una volta squadra di alto spessore. Nonostante la grande distanza presenti circa 400 supporters amaranto, molti dei quali provenienti dalle limitrofe città del nord. Il tifo organizzato ha dato spettacolo per l’intero arco della gara, incitando i propri beniamini sin dal riscaldamento pre-match per un entusiasmo dilagante e coinvolgente.

PRIMO TEMPO COLPISCONO REGINALDO E CORAZZA

Partenza boom della Reggina che alla prima azione di giornata passa in vantaggio. E’ Reginaldo di testa a portare avanti i suoi sfruttando un delizioso assist di Rivas, oggi in campo dal 1’ minuto nelle vesti di Bellomo. Migliore partenza degli amaranto non poteva esserci. Gara spettacolare al Bonolis con occasionissime da entrambe le parti. I padroni di casa non ci stanno e provano a rimettersi subito in partita. Al 7’ minuto Guarna respinge in tuffo un tiro dalla distanza di Costa Ferrerira, la sfera finisce sui piedi dell’ex Bombagi che, al volo, colpisce clamorosamente la traversa. Gli abruzzesi insistono con caparbietà, occasioni ancora per Costa Ferreira e Bombagi ma gli amaranto non stanno a guardare. Gli uomini di Toscano diventano pericolosissimi quando si avvicinano dalle parti di Tomei. Al 18’ Corazza si rende protagonista con una girata la cui palla finisce sopra la traversa, mentre al 38’ l’honduregno Rivas serve Rolando che impegna l’estremo difensore del Teramo alla respinta. Al tramonto dei primi 45’ minuti di gioco arriva il raddoppio amaranto. Simone Corazza, sempre lui, di testa trafigge Tomei raccogliendo un cross dalla sinistra di Rolando. Il capocannoniere risulta implacabile sotto porta firmando la 14^ marcatura stagionale.

SECONDO TEMPO TERAMO SPARISCE DAL CAMPO E REGGINA SALE IN CATTEDRA

Secondo tempo meno spettacolare e Reggina che si dimostra in totale controllo della situazione. Se ci si aspettava un forcing del Teramo, le premesse sono puntualmente disattese. E’ la Reggina che in tre occasioni fallisce la possibilità di portarsi sul 3-0 e mettere la parola fine alla contesa. In serie, Loiacono colpisce il palo di testa, Bellomo rasoterra respinto da Tomei, De Rose centra in pieno la traversa sul proseguo dell’azione. Amaranto che vedono premiata la loro supremazia all’80’. Loiacono trova il primo sigillo in amaranto bucando la rete con uno spettacolare colpo di testa su corner battuto da Bellomo. Non succede più nulla e la Reggina può far festa.

Di seguito il tabellino della gara :

Marcatori: 4′ Reginaldo (R), 44′ Corazza (R), 80′ Loiacono (R)

Teramo (4-3-2-1): Tomei; Cancellotti, Piacentini, Iotti, Tentardini (77′ Florio); Ilari (90′ Santoro), Arrigoni (70′ Minelli), Costa Ferreira; Bombagi, Mungo (70′ Martignago); Magnaghi (77′ Cianci). A disposizione: Lewandowski, Valentini, Soprano, Cappa, Viero, Birligea. Allenatore: Tedino.

Reggina (3-4-1-2): Guarna; Loiacono, Bertoncini, Rossi; Garufo (57′ Blondett), De Rose Bianchi (57′ Sounas), Rolando; Rivas (64′ Bellomo); Reginaldo (77′ Doumbia), Corazza (77′ Denis). A disposizione: Farroni, Geria, Gasparetto, Rubin, De Francesco, Paolucci, Salandria. Allenatore: Toscano.

Arbitro: Fabio Natilla di Molfetta (Domenico Fontemurato di Roma 2 e Gabriele Bertelli di Busto Arsizio).

Note – Spettatori 3 654, di cui 377 ospiti. Ammoniti: Bianchi (R), De Rose (R), Ilari (T). Calci d’angolo: 6-4. Recupero: 2’pt; 3’st.

Foto Valentina Giannettoni

Partecipa alla discussione