Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Serie C : Reggina trasferta fatale La Cavese infligge la prima sconfitta stagionale

Serie C : Reggina trasferta fatale La Cavese infligge la prima sconfitta stagionale
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

DI ANTONIO SPINA

La miglior prestazione della Cavese a fronte di una Reggina deludente. Amaranto protagonisti della più brutta prestazione di questo campionato. Arriva, così, la prima sconfitta stagionale per gli uomini di Toscano che interrompono la striscia di undici vittorie consecutive. Un palso falso inaspettato che, forse, mette a nudo qualche crepa già intravista nelle ultime due gare del 2019. Amaranto che rimangono saldamente in testa e rimangono in attesa dei risultati delle dirette concorrenti, Bari in primis, impegnate domani.
Riprende il campionato per la Reggina dopo una lunghissima sosta dovuta anche allo sciopero indetto dalla Lega Pro. Nel giorno del suo 106° compleanno, amaranto di scena al “Romeo Menti” di Castellamare dove la Cavese gioca le gare interne del suo torneo. Avversario di turno da prendere con le pinze. I campani, prima della sosta, sono stati capaci di battere il Monopoli, e costringere al pareggio Catanzaro, Bisceglie e Ternana. Per la prima trasferta dell’anno Toscano si affida al collaudatissimo 3-4-1-2. Bertoncini, nonostante qualche piccolo acciacco ce la fà, Rivas dietro le punte Corazza e Reginaldo.
PRIMO TEMPO REGGINA IN SVANTAGGIO
Match subito in salita per gli amaranto complice il gol da cineteca di Matera, che da azione da corner successivo ad una sua conclusione, insacca con un jolly da trenta metri dopo che la sfera ha baciato per ben due volte la parte bassa della traversa. Nulla da fare per l’incolpevole Guarna. Prima del vantaggio, lo stesso Matera di destro impegna Guarna che smanaccia sopra la traversa. La Reggina non ci sta e dopo un giro di lancette potrebbe già pareggiare. Solo un intervento salva risultato di Kucich dice di no all’ imperioso colpo di testa di Corazza. Sull’immediata ribattutta Bianchi calcia al volo a porta sguarnita, ma trova sulla traiettoria il corpo di Polito e l’azione sfuma. Nell’azione s’infotuna l’estremo difensore dei padroni di casa costretto a lasciare il campo, al suo posto Campilongo inserisce D’Andrea.
La Reggina occupa stabilmente la metacampo avversaria, ma trova difficoltà ad entrare nell’area avversaria. Blufoncè si difendono con ordine, cercando di sorprendere la Reggina in contropiede. Al 32’ ancora Corazza va vicinissimo alla marcatura di giornata. Nella circostanza, il capocannoniere ancora sfortunato. Il tentativo di testa fa la barba al palo con D’Andrea immobile.
SECONDO TEMPO CAVESE DILAGA
Ad inizio ripresa subito tre cambi ordinati da Toscano per tentare di raddrizzare il risultato. Entrano Denis per Reginaldo, Bellomo per Rivas, il neo acquisto Liotti per Bresciani. Nonostante tutto il canovaccio non cambia e come nel primo tempo Reggina colpita a freddo. Di Roberto realizza un penalty dubbio (contatto Guarna-Russotto) spiazzando Guarna. Il gol subito è una doccia fredda e provoca l’effetto di spegnere le velleità amaranto di rimettersi in corsa. Squadra in bambola e senza brio. Al minuto 56 piove ancora sul bagnato. Spaltro in modo rocambolesco trova il tris per i suoi, sfruttando la smanacciata di Guarna sul cross teso di Di Roberto. Cavese in scioltezza e Reggina fuori dal match. Che non sia proprio giornata lo si evince dalle occasioni di Bellomo e Sounas, sfortunati in entrambe le circostanze. La compagine di Campilongo leggittima la grande prestazione con Russotto che impegna Guarna, costretto a deviare la sfera in corner evitando, di fatto, il poker.

Il tabellino della gara :

SERIE C GIRONE C, 21ª GIORNATA

CAVESE-REGGINA 3-0

Marcatori: 11′ Matera, 52′ rig. Di Roberto, 57′ Spaltro.

Cavese (4-4-1-1): Kucich (16′ D’Andrea); Matino (79′ Marzupio), Rocchi, Marzorati, Polito; Spaltro, Matera, Castagna (69′ Bulevardi), Russotto; Sainz-Maza (79′ De Rosa); Di Roberto (69′ Favasuli). A disposizione: Nunziata, D’Ignazio, Galfano, De Luca, Mirante. Allenatore: Campilongo.

Reggina (3-4-1-2): Guarna; Loiacono, Bertoncini, Rossi; Rolando (60′ Sarao), Bianchi (67′ Sounas), De Rose, Bresciani (46′ Liotti); Rivas (46′ Bellomo); Corazza, Reginaldo (46′ Denis). A disposizione: Farroni, Blondett, Gasparetto, Paolucci, Rubin, Mastour, Nielsen. Allenatore: Toscano.

Arbitro: Cristian Cudini di Fermo (Marco Carrelli di Campobasso e Veronica Vettorel di Latina).

Note – Ammoniti: Polito (C), De Rosa (C), Loiacono (R), Bertoncini (R), Bellomo (R). Calci d’angolo: 3-2. Recupero: 3’pt; 4’st.

Foto Valentina Giannettoni

Partecipa alla discussione

Change privacy settings