Taurianova e gli “sporcaccioni” d’importazione | ApprodoNews
Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Taurianova e gli “sporcaccioni” d’importazione I rifiuti dopo i bagordi circensi che la città deve subire

Taurianova e gli “sporcaccioni” d’importazione I rifiuti dopo i bagordi circensi che la città deve subire
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

La salvaguardia e il rispetto per l’ambiente deve essere condizione fondamentale per chiunque, nessuno escluso. Sporcare non è degno di un paese civile né fa parte di una cultura del rispetto sociale. Sembrerà una banalità, ma purtroppo ci ritroviamo ancora per un’irriguardosa carenza educativa, ricorrere puntualmente alla denuncia sociale per la sensibilizzazione del problema affinché venga risolto.

Nei pressi del Viale della Pace, in un terreno privato, oltre venti giorni fa c’è stato un circo che ha sostato in quella zona per alcuni giorni, dove erano presenti persone e animali. Ovviamente ognuno con i propri bisogni e le proprie esigenze. Dopo i giorni degli spettacoli, se ne sono andati e hanno lasciato cumuli di rifiuti dentro qualche decina di sacchetti neri (tra le altre cose, in questa città vietati da un bel po’. Oltre al rispetto dell’ambiente, dovrebbe esserci anche il rispetto delle regole nei luoghi di ospitalità). Tali sacchetti sono accantonati in un marciapiede antistante al luogo dove era posizionato il circo. Nessuna polemica con “l’inadempienza” o la “dimenticanza” di chi doveva pulire e non l’ha ancora fatto, quei sacchetti sono ben in vista e alla portata di tutti, difficile non accorgersene, visto che alcuni stanno invadendo la carreggiata stradale. E da giorni sono segnalati nei social con giusta indignazione. E visto che nei pressi c’è anche una scuola frequentata da bambini, la cosa è alquanto problematica, non fosse altro per l’odore nauseabondo che in questi giorni si sta avvertendo, e visti i primi caldi è più intenso.

Sicuramente chi di competenza (amministrativa), andrà subito a rimuoverli già da domani mattina, non ci sono dubbi, per portarli nell’isola ecologica. Azione tra l’altro che doveva essere eseguita, categoricamente (ed educatamente), dai responsabili del circo, ma ahimè, “maleducatamente” non l’hanno fatto, lasciando sporco quel luogo che li aveva ospitati.
Il rispetto dell’ambiente va pari passo con le regole, dove chi perpetra omissioni dovrebbe essere sanzionato, senza alcuna esitazione. E sarebbe opportuno, prima della rimozione dei sacchi, che la polizia municipale redigesse un rapporto per poi fare una sanzione (anche molto pesante). Così come viene fatta a qualsiasi cittadino, quando non rispetta le regole, pure ai responsabili del circo, autori di quell’azione “sporcacciona”.
È cosa buona e giusta, punire chi trasgredisce le regole specie se chi lo fa, è ospite.
(GiLar)

Discussione (2 commenti)

  1. Mimma luppino

    Perseguire in ogni modo, ovunque sia la nuova meta che andranno ad inquinare

  2. Domenico

    Non ci bastavano i nostri!

Partecipa alla discussione