Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Taurianova, in attesa delle elezioni, i “Nomi” I “rumors” con i “tremors” associati ai “mars”

Taurianova, in attesa delle elezioni, i “Nomi” I “rumors” con i “tremors” associati ai “mars”
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Finalmente si accendono i fuochi, Taurianova ha i suoi candidati a sindaco della città, tutti insieme per contendersi quell’agognata fascia tricolore tanto ambita fino alla gestazione rancorosa alla manicale attesa dei “Vi prego, chiamatemi a candidarmi a sindaco”. Nomi altosonanti che dovranno dare una spinta propulsiva alla città per farla rialzare da quel torpore creato da loro stessi d’altronde.
I nomi sono quelli giusti al momento giusto, al posto ambito, quella poltrona che oggi è occupata da un commissario prefettizio. Saranno loro a confrontarsi per guidare la città d’arte di Taurianova, dove ogni perché combacia con il “mah”.
E sono dei nomi che hanno avuto una grande rilevanza nei “rumors” e basta, perché i “rumors” hanno una loro ben connotata condizione di divulgazione della parola.
Le prime parole pronunciate dai candidati a sindaco hanno raggiunto un’eco di immensa e profonda doverosa animosità di ampi respiri, inspiri ed espiri, il fumo che c’è nei “rumors”.
Quello che loro, i candidati a sindaco appena citati, hanno una particolarità la quale dovrebbe imporre un sigillo di autenticità di interesse per una città difficile da gestire, ma loro sapranno come “aggiustarla per le feste e per i lavoranti”.
Ovviamente nulla da ridire per le loro oneste intenzioni, basare sulla condizione primaria di fare bene e di renderci orgogliosi di essere taurianovesi, dove il motivo principale, quel ritornello che si ascolta dovrà essere la loro missione per una concreta azione incisiva a fare del bene e “per il bene della città”.
I nomi hanno una loro condizione ontologica ben definiti, una forma sistematica del classico uomo con la fascia che avrà una sua classe durante le processioni religiose, quando verranno nuovamente concesse dopo la fase emergenziale da Covid. Loro stessi dovranno cercare a far sì che il coronavirus non ritorni più e, sarà un’impresa difficile che solo questi nomi potranno assolvere nella loro impresa titanica perché i nomi meritano la degna e giusta attenzione.
Ecco i nomi, sono dei nomi dati in tempo di nascituri e registrati nell’anagrafe comunale, e che si potranno trovare facilmente nei registri depositati nel palazzo municipale.
Ecco, questi nomi, chiunque non li voterebbe, a occhi chiusi e c’è pure l’imbarazzo della scelta, ed è la prima volta, mai accaduto nella storia di Taurianova ad avere difficoltà a sceglierne uno rispetto ad altri. Davvero, nomi che fanno rabbrividire solo al pensiero, leggeri come una piuma e invisibili come i “rumors” persi negli orizzonti surreali di quello che ci toccherà ancora vedere e assistere alle loro performance fatte di sostanza programmatica e di buoni intenti per il futuro.
I nomi sono importanti, chi del proprio nome non ne andrebbe orgoglioso, quello dato dai nostri genitori appena nati…quanto sono belli i nomi!

Partecipa alla discussione

Change privacy settings