Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Taurianova, successo per “I doni di Erato” Reading poetici in occasione della "Giornata mondiale della poesia"

Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

di Letizia Dato

In occasione della Giornata mondiale della poesia indetta dall’UNESCO, è stata presentata a Taurianova, nei locali dell’ex palazzo municipale, l’iniziativa “I Doni di Erato”, proposta dall’Amministrazione comunale taurianovese, dalla Consulta delle Associazioni e della Società Civile, di concerto con l’associazione “Roubiklon” di Lubrichi e la “Geppo Tedeschi” di Oppido Mamertina.

La serata si è aperta con la visione di una video-intervista alla poetessa, scrittrice e aforista italiana, Alda Merini, che affermava il suo vivere per la Poesia e dichiarava che questa fosse una “magia che brucia la pesantezza delle parole, che risveglia le emozioni e dà colori nuovi”.

Ha presentato l’evento in una sala gremita di persone, Maria Rosa Ferraro, che, declamando alcune liriche di Alda Merini durante il reading poetico, ha saputo cogliere il linguaggio segreto che una poesia contiene. Marzia Matalone ha spiegato a tutti i presenti la genesi del nome dell’iniziativa, spiegando come Erato, fosse la musa della lirica amorosa e di come il 21
marzo sia la giornata celebrativa della poesia, indetta dalla Conferenza Generale dell’UNESCO, nel 1999. Ma la reale e indiscussa protagonista della serata è stata la Poesia, che il vicesindaco Carmela Patrizio ha definito essere “l’incarnazione della parola, una delle più alte forme di libertà, una fonte che possediamo per crescere colletivamente”.

La parola è passata all’assessore allo Spettacolo e allo Sport Raffaele Loprete, il quale ha affermato che l’Amministrazione comunale è completamente disponibile ad iniziare una serie d’incontri che celebrino la cultura in tutte le sue espressioni. Loprete ha ringraziato l’associazione “Roubliklon” di Lubrichi e la “Geppo Tedeschi” di Oppido Mamertina, e ha concluso invitando i presenti ad assistere all’esibizione del violinista Davide Schiripa, il quale ha intonato le note della “Primavera” di Antonio Vivaldi.

La serata è stata allietata dalle letture di encomiastiche poesie lette dai rappresentanti delle associazioni e dagli scrittori presenti e dai significativi aforismi letti dalla scrittrice Marzia Matalone, che hanno portato gli ascoltatori ad una maggiore riflessione verso l’allegoria che un poeta lascia trapelare nel comporre. La scrittrice ha elogiato il ruolo che la poesia ricopre nell’odierna società, affermando che deve essere il mezzo per esprimere le proprie emozioni e i propri sentimenti.

Il reading poetico è risultato essere un crescendo di emozioni, dilettate dal gradevole suono di violino che ha accompagnato la lettura delle liriche. Ma è stata anche l’occasione per rendere omaggio, attraverso la visione multimediale, alla poesia “Si fossi foco” di Checco Angiolieri, musicata da
Fabrizio De Andrè. Questo evento ha incoraggiato i presenti a riflettere su come la poesia abbatta le barriere, attraverso il contributo video intitolato “Poems in live picture” presentato dal presidente della
Consulta delle associazioni, Filippo Andreacchio. Encomiando la cultura e l’arte poetica, il presidente dell’associazione “Roubiklon” Rocco Polistena e la poetessa e presidente dell’associazione “Geppo Tedeschi” Maria Frisina, hanno letto una lirica composta in estemporanea in occasione della Giornata Mondiale della Poesia, intitolata “Il Dono”.

Ma nell’elogiare l’arte di scrivere, le numerose associazioni presenti, hanno ricordato le numerose ignominie che gli uomini, in molte parti del mondo, sono costretti a subire. Questa tematica è stata trattata dall’Associazione Parallelo 38, che lavora nel territorio taurianovese da cinque anni, che ha presentato la condanna di Fayad Ashraf, poeta e artista condannato a morte per apostasia per aver scritto delle poesie.

Partecipa alla discussione