Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Un noto poliziotto cosentino al vertice del sindacato della provincia Si tratta di Renato Guaglianone, già Segretario Generale Vicario Nazionale del sindacato di Polizia LeS (Libertà e Sicurezza)

Un noto poliziotto cosentino al vertice del sindacato della provincia Si tratta di Renato Guaglianone, già Segretario Generale Vicario Nazionale del sindacato di Polizia LeS (Libertà e Sicurezza)
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Si tratta di Renato Guaglianone, già Segretario Generale Vicario Nazionale del sindacato di Polizia LeS (Libertà e Sicurezza), assume la nuova carica sino alla data del congresso che stabilirà in maniera democratica la nuova leadership nelle diverse province nonché in ambito nazionale. Renato Guaglianone, 48 enne cosentino, già noto alle cronache cittadine quando nel 2016 fu tra i protagonisti del salvataggio di tre bambini molto piccoli che dormivano al freddo pagando di tasca propria assieme ad alcuni colleghi l’albergo. Per questo gesto fu insignito di un encomio dal garante dell’infanzia. Ma conosciamo meglio l’excursus di Guaglianone: dopo una ventennale esperienza al Reparto Mobile di Reggio Calabria oggi è impegnato al Reparto Prevenzione Crimine di Rende dove si occupa del controllo del territorio. Ha condotto studi sulla criminalità organizzata frequentando corsi come “storia della criminalità organizzata” e molti seminari, dall’uso delle droghe alla legalità e sicurezza, etc., un Poliziotto che svolge il proprio lavoro con entusiasmo al servizio dei cittadini ma anche dei suo stessi colleghi, come valido rappresentante sindacale. Questo ulteriore incarico gli è stato affidato durante la riunione del direttivo nazionale che si è svolta a Roma qualche giorno fa, riunione nella quale Guaglianone con una votazione unanime ha riscosso la piena fiducia. Oggi che l’atto congressuale è stato ratificato presso gli uffici istituzionali, Guaglianone ha dichiarato: “sono onorato di questo nuovo incarico nella mia provincia di nascita, un nuovo stimolo che mi vedrà impegnato ad essere da pungolo per questa amministrazione sempre meno attenta alle problematiche dei lavoratori della Polizia di Stato della provincia di Cosenza, un bagaglio ventennale di attività ed esperienze sindacali che metto a disposizione di qualunque operatore di Polizia di questa provincia ed una concreta collaborazione con le istituzioni e i cittadini di Cosenza”.

Partecipa alla discussione