Una napitina a Miss Italia | ApprodoNews
Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Una napitina a Miss Italia

Una napitina a Miss Italia
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Una bellezza acqua e sapone che certamente non poteva passare inosservata

ROSARIA MARRELLA

PIZZO – A rappresentare la provincia vibonese al concorso di bellezza più famoso d’Italia, v’è la giovanissima Greta Di Leo. Una bellezza acqua e sapone che certamente non poteva passare inosservata: 1.75 di altezza, castana, sguardo intenso e tanta semplicità a contraddistinguerla

Una napitina a Miss Italia

Una bellezza acqua e sapone che certamente non poteva passare inosservata

 

PIZZO –  A rappresentare la provincia vibonese al concorso di bellezza più famoso d’Italia, v’è la giovanissima Greta Di Leo. Una bellezza acqua e sapone che certamente non poteva passare inosservata: 1.75 di altezza, castana, sguardo intenso e tanta semplicità a contraddistinguerla. Diciotto anni da poco compiuti ma una maturità al pari di un adulto. Non da meno Greta è impegnata nel sociale: già da parecchi anni, vive quale volontaria, il territorio ed è sempre stata attiva a favore della collettività; del resto è figlia del presidente del comitato provinciale Arcipesca fisa – Protezione civile, Franco Di Leo, dunque, Greta ha sempre vissuto a diretto contatto con il tessuto sociale. Una bellezza statuaria,un viso acqua e sapone e tanta semplicità, questa è Greta. Per lei il concorso di bellezza è stato soltanto un gioco, un voler provare e vivere quell’esperienza nella totale spensieratezza. Ha altri obiettivi, del resto, nella vita: prioritario il diploma (è studentessa presso il liceo linguistico del capoluogo) e, subito dopo, il suo desiderio più grande è entrare all’accademia militare, poichè la Marina militare l’ha sempre affascinata. A sostenerla anche mamma Daniela, la quale l’ha sempre affiancata nelle numerose trasferte calabresi, nelle quali ha ottenuto la fascia di miss Gioiosa Ionica e miss Rocchetta, ed i due fratelli, Bruno e Federico. Per la città di Pizzo è un momento importante poichè potrebbe vedere il suo nome veicolato a più non posso ed essere ricordata, non soltanto per il re Gioacchino Murat, nè per il famoso tartufo e nè per il tonno, ma a fare da Caronte, questa volta vi sarà la bellezza pura di Greta. Per sostenerla, i prossimi 12 e 13 settembre, nelle serate in cui andrà in onda la trasmissione “Miss Italia” su Raiuno, componete il numero di telefono fisso 894003 e digitate il n.48 (oppure tramite sms al numero 47333, scrivete sempre il numero 48.)

Partecipa alla discussione